Home Organismi Stabilità al Senato per le modifiche

Stabilità al Senato per le modifiche

Condividi

Prima l’ok al ddl bilancio e il via libera definitivo alla Camera, domani. Poi l’esame al Senato, prima in commissione e poi in aula. La legge di stabilità sarà ancora protagonista la prossima settimana in Parlamento, con alcune modifiche attese in seconda lettura. Quattro gli ambiti indicati esplicitamente dal sottosegretario all’Economia Gianfranco Polillo: il Governo si è impegnato a modificare le norme relative a comparto sicurezza, l’applicazione della Tobin tax, il patto di stabilità interno, gli sgravi fiscali al settore agricolo. Un intervento del Senato sul ddl comporterebbe, ovviamente, una terza lettura, anche solo formale, alla Camera. Tra le novità principali del testo della legge di stabilità approvato dalla Camera, spiccano il blocco dell’aumento dell’aliquota Iva al 10%, l’aumento delle detrazioni per i figli a carico, misure a favore delle imprese, che saranno finanziate grazie ai 16,6 miliardi liberati dalla mancata riduzione dell’Irpef. Viene inoltre ampliata la platea degli esodati, che arriva a 130.130 unità; mentre per il comparto sicurezza è previsto un parziale sblocco del turn over. Gli insegnanti, invece, possono tirare un sospiro di sollievo, dopo aver rischiato l’aumento dell’orario di lavoro.