Home Organismi Aumentano le entrate tributarie, lieve calo per il debito pubblico (stabile sopra...

Aumentano le entrate tributarie, lieve calo per il debito pubblico (stabile sopra quota 2mila miliardi di euro).

Condividi

Banca d’Italia aggiorna i dati sulle finanze statali. Secondo il bollettino di via Nazionale, il debito delle Amministrazioni pubbliche è diminuito di 5,2 miliardi rispetto al mese precedente (risultando pari a 2.017,6) grazie alla diminuzione di 18,5 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro (detenute presso la Banca d’Italia e in impieghi della liquidità) a 49,6 miliardi (40,8 a febbraio del 2012), parzialmente controbilanciata dal fabbisogno del mese, pari a 13,1 miliardi. Nel mese di febbraio il costo del sostegno dei paesi dell’area dell’euro in difficoltà è stato pari a 0,7 miliardi (si tratta della quota di competenza dell’Italia dei prestiti erogati dall’EFSF, ossia la European Financial Stability Facility). Complessivamente, includendo anche i prestiti in favore di Stati Membri dell’UEM erogati bilateralmente e il contributo al capitale dell’ESM (European Stability Mechanism), l’ammontare di tale sostegno ha raggiunto i 43,7 miliardi.  Per quanto riguarda la ripartizione per sottosettori, rispetto a gennaio il debito delle Amministrazioni centrali è diminuito di 5,4 miliardi, quello delle Amministrazioni locali è aumentato di 0,2 miliardi e quello degli Enti di previdenza è rimasto sostanzialmente invariato. Nel mese di febbraio le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 27,0 miliardi, in aumento del 2,3 per cento (0,6 miliardi) rispetto a quelle dello stesso mese del 2012.