Home Organismi Anche le banche svizzere in crisi: Ubs taglia 400 posti di lavoro

Anche le banche svizzere in crisi: Ubs taglia 400 posti di lavoro

Condividi

Ubs, una delle big bancarie elvetiche, prosegue la riorganizzazione dell’investment banking con nuovi tagli agli organici. Secondo quanto anticipato da ‘The Wall Street Journal’, in Ubs è in vista una nuova tornata di licenziamenti, circa 400 persone, che interesserà il corporate finance, ma anche il reddito fisso e l’azionario in Europa, Asia e Nordamerica nel quadro di un più ampio ridimensionamento della divisione.