Home Organismi Sondaggio Eurispes: il 75% degli italiani ritiene l’Imu una tassa ingiusta. Triplicati...

Sondaggio Eurispes: il 75% degli italiani ritiene l’Imu una tassa ingiusta. Triplicati i cittadini che si vendono l’oro

Condividi
L’Imu «ha lasciato scontenti la maggior parte degli italiani: infatti il 75,4% non la ritiene giusta nell’attuale contesto economico (il 56,1% »per niente e il 19,3% «poco»). È quanto si legge nel rapporto Eurispes. «L’area politica di appartenenza fa registrare una profonda scissione tra centro-sinistra, sinistra e centro, schierati a favore dell’imposta nella misura del 38,3%, 38,1% e 31,1%». Sempre più italiani, per soddisfare esigenze di natura personale, fanno ricorso a forme diverse di credito al consumo: negli ultimi 12 mesi è cresciuto di 5,1 punti percentuali il numero di italiani che ha fatto ricorso alla rateizzazione, è salita dall’8,5 al 28,1 la percentuale degli italiani che si sono rivolti ad un ‘compro orò. È quanto emerge dal Rapporto Italia 2013 dell’Eurispes. Secondo il documento sono raddoppiati, rispetto a un anno fa, gli italiani che hanno richiesto un prestito a privati, non potendo accedere a quelli bancari. Il numero di persone che ha fatto acquisti a rate è arrivato al 30,9%, in aumento di 5,1 punti rispetto al 25,8% registrato lo scorso anno. In particolare, i beni o servizi per i quali risulta più consistente la quota di italiani che ha fatto ricorso alle rate sono, in primo luogo, gli elettrodomestici e le automobili, con il 49,9% la percentuale di chi è ricorso al credito al consumo e il 46,4%. Seguono computer e telefonini (37,6%, in aumento rispetto al 25,6% dello scorso anno).