Home Organismi Monti: mercati sotto attacco? Non credo a complotti

Monti: mercati sotto attacco? Non credo a complotti

Condividi

«Non credo ci siano complotti di forze occulte: quando parlo con americani o asiatici, trovo invece una grande domanda di Europa, vorrebbero vedere un’Europa più unita più coesa». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Monti, partecipando alla trasmissione televisiva Uno mattina. «Nei mercati finanziari – ha aggiunto – ci sono infiniti soggetti, grandi e piccoli che cercano di fare i loro interessi, spesso senza scrupoli». Quanto all’andamento dello spread, Monti ha precisato che è un «fenomeno che va preso con calma e freddezza. Adesso spero anzitutto che i mercati constateranno che Italia non è priva di Governo, esiste un Governo finché non ne arriverà uno nuovo». Ha comunque aggiunto che «dobbiamo stare molto attenti, spazzare miti come quello che ciò che un Paese fa non ha rilievo per lo spread. Nonostante interventi della Bce importanti, nell’estate 2011 lo spread aumentava. Tredici mesi fa lo spread italiano era molto al di sopra di quello della Spagna, ora è di 100 punti al di sotto. Spero anche in questo non si trattino i cittadini come più sprovveduti di quanto non siano». Alla domanda se ‘l’alunna l’Italia, dopo 13 mesi di Governo tecnico possa essere considerato promosso, Monti spiega che «ogni Paese ha alti e bassi. Tredici mesi fa l’Italia si è trovata in condizioni finanziariamente molto difficili».