Home Organismi Locomotiva Veneto sul binario morto. Allarme Cgia

Locomotiva Veneto sul binario morto. Allarme Cgia

Condividi

Il Veneto, in chiave economica, non fa più da traino al Paese perché si fa sempre meno impresa. Lo rileva la Cgia di Mestre che sottolinea come 26 piccoli imprenditori si sono suicidati a causa della crisi economica (record nazionale); poi è stato registrato un incremento del 5%, tra il 2010/2011 (ultimo dato disponibile), di nuovi pazienti trattati con antidepressivi in maniera intensiva (record nazionale). Inquitante, per la Cgia, il -2.770 tra le nuove imprese iscritte e quelle cessate presso le Camere di Commercio (record nazionale). C’è poi il -2.505 quale saldo tra le nuove imprese artigiane iscritte e quelle cessate presso le Camere di Commercio (solo la Lombardia presenta un dato peggiore). Ci sono poi 150.000 disoccupati (tasso disoccupazione al 6,6%), picco mai raggiunto negli ultimi 20 anni e il -4% stimato sul calo dei consumi delle famiglie venete che, indubbiamente, ha penalizzato il mondo del commercio e della piccola impresa che, nella stragrande maggioranza dei casi, vive della domanda interna.