Home Organismi Lavoro, frenano le retribuzioni

Lavoro, frenano le retribuzioni

Condividi

Quasi 4 milioni in attesa di rinnovo di contratto. Le retribuzioni contrattuali orarie a settembre frenano, salendo solo dell’1,4% su base annua, dal +1,6% di agosto, mentre su base mensile restano quasi ferme, crescendo dello 0,1%. Lo rileva l’Istat. Il dato tendenziale rimane sotto al livello d’inflazione annuo dello stesso mese (+3,2%), con un divario che si allarga a 1,8 punti. Altra questione: a settembre risultano in attesa di rinnovo 34 accordi contrattuali, di cui 16 appartenenti alla pubblica amministrazione, relativi a circa 3,8 milioni di dipendenti (intorno ai 3 milioni nel pubblico impiego). Lla quota di dipendenti che aspettano il rinnovo è pari al 29% nel totale dell’economia. L’Istat inoltre sottolinea che a settembre, tra i contratti monitorati dall’indagine, non si è registrato il recepimento di nessun accordo.