Home Organismi Il Governo ora vuole trasferire l’Imu ai Comuni. Presto il nuovo catasto

Il Governo ora vuole trasferire l’Imu ai Comuni. Presto il nuovo catasto

Condividi

L’Imu «è un’imposta ibrida perchè finanzia in parte lo Stato in parte gli Enti locali: il nostro obiettivo è renderla più trasparente e destinarla nella quasi totalità alle Autonomie». Lo ha confermato il ministro dell’Economia Vittorio Grilli durante un’audizione sul federalismo alla competente Commissione bicamerale, segnalando però alcuni «problemi tecnici da risolvere, primo fra tutti quello relativo a come alimentare il Fondo perequativo». Grilli ha assicurato che «il discorso è avviato e si troverà una soluzione in tempi brevi, spero che si riesca a fare dentro la Legge di Stabilità, ma comunque entro la legislatura si farà». A chi ha fatto notare l’eccessiva rigidità dell’Imu, Grilli ha risposto che la scelta di questa imposta «per realizzare praticamente il federalismo fiscale» può essere affiancata dalla riforma del Catasto «che preveda un’attualizzazione dei valori immobiliari e che sarà fondamentale per la tenuta della base imponibile. Iniziamo un processo che prenderà anni».  «Speriamo che la delega fiscale sia presto approvata dal Senato, innanzitutto per iniziare la revisione del catasto. È un processo per il quale ci vorranno anni ma se mai si comincia mai si finisce» detto il ministro.