Home Organismi Grecia, il governo di Atene stringe i tempi per incassare 31,5 miliardi...

Grecia, il governo di Atene stringe i tempi per incassare 31,5 miliardi di aiuti

Condividi

Con uno sprint finale contro il tempo, il governo ellenico sta cercando di «chiudere» tutte le questioni in sospeso nelle trattative con i rappresentanti della troika (Fmi, Ue e Bce) per riuscire ad ottenere i 31,5 miliardi di euro della nuova tranche di aiuti entro il 16 novembre, giorno in cui le casse dello Stato dovrebbero rimanere vuote come ha più volte ricordato lo stesso premier Antonis Samaras. Secondo quanto emerso dalle riunioni succedutesi nel fine settimana fra Samaras e molti dei suoi ministri, il bilancio dello Stato per il 2013 sarà presentato in Parlamento dopodomani (mercoled) e comprenderà una parte dei 13,5 miliardi di tagli al bilancio per il biennio 2012–2013, mentre l’intero pacchetto delle misure di austerità richiesto dalla troika in cambio della tranche da 31,5 miliardi sarà presentato lunedì prossimo il 5 novembre e dovrà essere approvato con la procedura urgente entro due giorni. Stando al ministro delle Finanze, Yannis Stournaras, tutte le misure considerate dalla troika indispensabili per la concessione della nuova tranche di aiuti sono state finalizzate e saranno pronte al momento opportuno.