Home Organismi Fiat rimette in funzione la fabbrica di Grugliasco

Fiat rimette in funzione la fabbrica di Grugliasco

Condividi

Nasce la fabbrica Maserati: si chiamerà Giovanni Agnelli, in memoria dell’Avvocato ed è il primo tassello del polo del lusso torinese. Sono stati il presidente della Fiat, John Elkann e l’ad Sergio Marchionne a premere il bottone rosso che ha messo in moto la linea di montaggio nello storico stabilimento fondato nel 1912 dal carrozziere torinese Nuccio Bertone e chiuso nel 2006. Parte da qui, con un investimento di un miliardo di euro, «la nuova era per la Maserati»: il piano di crescita è ambizioso e prevede la vendita di 50.000 vetture entro l’anno a fronte delle poco più di 6.000 dell’anno scorso. «Un salto epocale», lo definisce Marchionne che vuole coprire con i nuovi modelli il 100 per cento del mercato del lusso a fronte dell’attuale 21 per cento. Oggi a Grugliasco si produce la Quattroporte e lavorano 500 dipendenti, la metà di quelli della ex Carrozzeria Bertone, rilevata nel 2009 dalla Fiat.