Home Organismi Confindustria: ancora criticità nel decreto sui debiti della Pa

Confindustria: ancora criticità nel decreto sui debiti della Pa

Condividi

Confindustria giudica importante e positivo il varo di un provvedimento atteso da tempo per il pagamento dei debiti della Pubblica amministrazione nei confronti dei privati ma se non vogliamo che venga sprecata l’occasione del provvedimento d’urgenza, è essenziale introdurre alcuni correttivi. Così il dg Confindustria, Marcella Panucci, nel corso dell’audizione alla Camera davanti alle commissioni Speciali congiunte. Viale dell’Astronomia segnala la presenza di diverse criticità come la complessità delle procedure e il ricorso a numerosi provvedimenti di attuazione, ma valuta comunque ‘più convenientè puntare a ‘correttivi mirati piuttosto che ribaltare l’impostazione del provvedimentò. Vengono pertanto sollecitate modifiche che ‘assicurino che le risorse disponibili, fatte salve quelle dedicate ai rimborsi fiscali e al cofinanziamento dei fondi comunitari, siano destinate esclusivamente al pagamento dei crediti commerciali delle imprese verso le PA; semplifichino le procedure; eliminino ogni penalizzazione per le Regioni che utilizzino le anticipazioni; amplino la compensazione tra crediti e debiti fiscali; rafforzino le misure per la ricognizione del debito, anche per assicurare un monitoraggio puntuale del funzionamento delle misurè. «Con l’immediata liquidazione di 48 miliardi si genererebbero, in tre anni, 10 miliardi di investimenti aggiuntivi delle imprese che avrebbero l’effetto di aumentare il livello del Pil: dopo tre anni di circa l’1%».