Home Organismi Cambia la governance di IntesaSanpaolo

Cambia la governance di IntesaSanpaolo

Condividi

Bazoli vuole tenere la politica fuori dalle nomine. Al via l’assemblea di Intesa Sanpaolo chiamata a recepire le modifiche allo statuto per l’aggiornamento della governance dualistica. È presente in sala il 56,65 per cento del capitale della banca. In particolare, la Compagnia di Sanpaolo risulta in possesso del 9,71%, la Fondazione Cariplo del 4,94%, la Fondazione Cariparo del 4,67%, CariFirenze del 3,32%, Generali del 3,14%, il fondo Blackrock del 2,43% e la Fondazione Carisbo del 2,02 per cento. L’ipotesi di anticipo del rinnovo dei vertici del gruppo Intesa Sanpaolo rispetto alla tradizionale data di aprile, risponde non «al timore che le nomine seguano logiche politiche, bensì per una diversa e chiara ragione: affinchè le incertezze del quadro istituzionale italiano a cui osservatori e analisti associano il possibile rischio di una nuova ondata speculativa contro l’Italia, siano affrontate dalla banca con gli organi rinnovati e nelle pienezze dei loro poteri» ha affermato il presidente del Consiglio di sorveglianza di Intesa Giovanni Bazoli in una lettera pubblicata ieri sul Corriere della Sera.