Home Comunicati stampa Fisco. Unimpresa, bonus 80 euro una tantum non favorisce ripresa

Fisco. Unimpresa, bonus 80 euro una tantum non favorisce ripresa

Condividi
Denaro

Denaro“L’intervento una tantum sull’Irpef, che consentirà di assegnare un bonus fino a 80 euro mensili per lavoratore, è sbagliato e non favorisce la ripresa: per rimettere in moto l’economia era indispensabile una misura strutturale capace sia di dare fiducia alle famiglie sia di dare alle aziende, seppur indirettamente, uno strumento utile per offrire, a parità di costo, retribuzioni più alte, anche in prospettiva di nuove occupazioni”. Lo dichiara il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi. “L’abbattimento della pressione fiscale è certamente una novità da accogliere con favore, ma allo stesso tempo, siamo delusi: era indispensabile, per rimettere in moto il ciclo economico, un intervento duraturo. Limitando l’agevolazione tributaria solo al 2014 le famiglie otterranno, nella migliore delle ipotesi, 640 euro in più e nessuna certezza di poter beneficiare del medesimo vantaggio anche i prossimi anni” aggiunge Longobardi. Secondo il presidente di Unimpresa “sarà difficile che questo denaro possa dare impulso ai consumi e quindi alla crescita del prodotto interno lordo: verosimilmente sarà speso per qualche rata o bolletta scaduta oppure lasciato in banca come fondo di riserva per eventuali emergenze future”.

Ufficio Stampa Unimpres
a cura dell’Ago Press
Contatti Luigi D’Alise
Tel. 0818074254
Mob. 3351851384
Mail unimpresa@agopress.it
Web www.unimpresa.it
Fb www.facebook.com/unimpresa
Tw www.twitter.com/unimpresa