Home Organismi Il fiscal cliff Usa mette il turbo alle borse europee

Il fiscal cliff Usa mette il turbo alle borse europee

Condividi
Le principali borse europee proseguono il loro rally al giro di boa e si rafforzano, con Milano maglia rosa del Vecchio continente a 16.782 punti (+3,13%). Indici europei, tra l’altro, in linea con le performance delle borse asiatiche, tra cui Hong Kong che ha chiuso oggi attorno al +3%. La prima seduta del nuovo anno è iniziata nel migliore dei modi dopo l’approvazione alla Camera dei rappresentanti dell’accordo che permetterà agli Stati Uniti di evitare il baratro fiscale, o fiscal cliff. In Italia, lo spread tra Bund e Btp è sceso stamattina al di sotto dei 290 punti e si attesta adesso attorno ai 287. Sul fronte valutario, vola l’euro vs dollaro e yen, arrivando rispettivamente a quota 1,33 e 116. Secondo Vincenzo Longo, analista di Igmarkets, «l’euforia sta alimentando la propensione al rischio sui mercati e gli acquisti sulla moneta unica ne sono una chiara espressione. Sull’euro/dollaro il target 1,3485 rimane il principale obiettivo nel breve». Tra le europee, all’exploit di Piazza Affari corrisponde quello della borsa di Madrid, con l’indice Ibex che registra a metà seduta +3,04% e quello di Atene a +3,46%. In Spagna, tra l’altro – lo ha reso noto l’istituto nazionale di statistica – l’inflazione tendenziale a dicembre è stata stabile al 2,9%. Positive, in generale, tutte le borse: Londra segna +2,23%, Francoforte +2,17%, mentre Amsterdam guadagna il 2,14%. In verde anche il Cac di Parigi (+2,32%) e il Psi di Lisbona (+2,32%).