Home Organismi Debiti Pa. Longobardi, misure Governo non sono sufficienti

Debiti Pa. Longobardi, misure Governo non sono sufficienti

Condividi
Paolo Longobardi

Paolo Longobardi“Le misure annunciate dal Governo sui debiti della pubblica amministrazione non sono sufficienti a risolvere i problemi causati alle imprese italiane. Dello stock di arretrati, pari a 90-100 miliardi di euro, è stato deciso di sbloccare solo 20 miliardi nel 2013 e altri 20 miliardi nel 2014, mentre non è chiaro il destino degli altri 50-60 miliardi che resterebbero fuori dall’operazione”. Così il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi, sulla questione dei crediti vantati dalle aziende nei confronti della Pa. “Il nostro giudizio è negativo e comunque riguarda un annuncio e non un atto concreto. Prima che l’operazione sia formalmente varata, il Governo, quello in carica o il futuro non è ancora chiaro, dovrà varare un decreto legge il quale a sua volta deve essere anticipato da una valutazione dell’ammontare degli arretrati” aggiunge Longobardi. “Probabilmente – osserva il presidente di Unimpresa – sia chi oggi è a palazzo Chigi sia chi dovrebbe darsi da fare per formare un nuovo Esecutivo sta sottovalutando l’emergenza in cui si trovano le nostre micro, piccole  e medie imprese. Senza dimenticare le famiglie, alle prese con licenziamenti in aumento e con gli stipendi che non bastano più per mantenere tenori di vita dignitosi”.

Ufficio Stampa Unimpresa
a cura di Ago Press
Contatti Luigi D’Alise
Tel. 0818074254
Mob. 3351851384
Mail unimpresa@agopress.it
Web www.unimpresa.it