Home Federazione Sport e Tempo Libero Sport Senza Barriere si è chiuso con un bilancio più che positivo

Sport Senza Barriere si è chiuso con un bilancio più che positivo

Sport Senza Barriere si è chiuso con un bilancio più che positivo, almeno per la sua prima parte di pratica sportiva che ha visto oltre 4500 presenze nelle due location: l’oratorio San Luigi ed il lungolago AVAV.

Sabato 21 settembre ci sarà un ulteriore appuntamento del calendario stilato dagli organizzatori che questa volta non vedrà atleti diversamente abili e normodotati sfidarsi e giocare insieme “all’inclusione”, ma si tratta di un congresso dal titolo “Sport, disabilità e inclusione”. La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti con la registrazione a Palazzo Verbania a partire dalle ore 8.30 e la fine dei lavori, degli interventi, per le ore 13 circa.

I temi trattati saranno diversi anche se il filo conduttore rimane la volontà di creare percorsi nuovi, di esplorarne di già collaudati per favorire la pratica sportiva capace di fare stare insieme “tutti tutti”, come espresso dall’associazione Serendipità. Professionisti del territorio si confronteranno con medici provenienti da diverse parti d’Italia e la stessa manifestazione svoltasi a Luino sarà occasione di analisi e dibattito con la partecipazione del delegato del Comitato Paralimpico Italiano (CIP) della provincia di Varese, Massimiliano Manfredi. Marco Massarenti, presidente della Federazione Sport e Tempo Libero di UNIMPRESA, organizzatore di questo evento che ha ottenuto il riconoscimento della settimana europea dello sport dall’UE, con il sostegno di Regione Lombardia, Coni, Provincia di Varese, Camera di Commercio (per citare solo Enti istituzionali), si dice molto soddisfatto al giro di boa dell’evento.
La fiducia ricevuta da associazioni che si occupano di sociale da tempo e da federazioni sportive che si occupano di disabilità, hanno fatto il resto.

Vi aspettiamo.