Home Organismi La recessione sterilizza i prezzi

La recessione sterilizza i prezzi

Condividi

L’Istat rivede al ribasso l’inflazione di maggio. Secondo i dati definitivi l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic), al lordo dei tabacchi, registra una variazione nulla rispetto ad aprile (+0,1% la precedente stima) e aumenta dell’1,1% nei confronti di maggio 2012 (la stima provvisoria era +1,2%). Frena anche il carrello della spesa, i prezzi cioè dei prodotti acquistati con maggiore frequenza, che diminuisce dello 0,1% su base mensile e cresce dell’1,5% su base annua, come ad aprile. La stabilità dell’inflazione – spiega l’istituto di statistica – è il risultato di spinte al rialzo e al ribasso dei prezzi di diverse tipologie di prodotti, che si compensano tra loro, in un quadro generale di attenuazione delle tensioni inflazionistiche.