Borse europee in calo

Rallentano le borse europee dopo il calo della fiducia degli investitori nell’Eurozona, scesa di 17,3 punti, oltre le stime degli analisti (-12,8 punti). Milano si conferma prima (+0,81%), seguita da Madrid (+0,76%), Parigi (+0,7%), Londra (+0,47%) e Francoforte (+0,4%). Stabile lo spread Btp/Bund a 308 punti, vendite su Pirelli (-5,78%, Continental (-1,88%), Michelin (-1,48%) e…

Fitch: previsioni negative per le banche italiane

L’outlook per il settore bancario italiano resta negativo, con gli istituti di credito che devono affrontare un altro anno difficile e caratterizzato da incertezze economiche. È quanto sostiene Fitch (RPT Fitch) in un rapporto focalizzato sul sistema creditizio italiano. Per l’agenzia di rating è probabile un ulteriore aumento delle svalutazioni sui prestiti.

La crisi a Cipro. Pil in picchiata del 13%

Il drammatico salvataggio di Cipro potrebbe avere effetti pesanti sull’economia del Paese, che secondo le ultime stime del Governo di Nicosia potrebbe scendere fino al 13% quest’anno. Così il portavoce del Governo, Christos Stylianides, parlando alla tv pubblica. La Commissione Ue finora ha previsto una flessione del 3,5% dell’economia cipriota. Stylianides, malgrado il fosco quadro,…

Spread in calo a 326 punti

Avvio di giornata in calo per lo spread tra Btp decennali italiani e Bund tedeschi. In apertura, il differenziale si attesta quota 326 punti base rispetto alla chiusura di ieri a 332 punti. Il rendimento scende al 4,5%. Lo spread tra Bonos spagnoli e Bund è pari a 362 punti con un rendimento al 4,86%. …

Borse europee incerte

Piazze finanziarie del Vecchio continente con il freno a mano tirato in avvio dell’ultima seduta della settimana: i mercati attendono gli importanti dati macroeconomici dagli Stati Uniti del primo pomeriggio (tra cui bilancia commerciale, variazione del salari e disoccupazione) e così tutti ondeggiano attorno alla parità. Le Borsa più in salute sono quelle di Madrid…

Le mosse di Draghi. Tassi confermati. Ma c’è un piano B

I crescenti dubbi sui tempi della ripresa economica nell’Eurozona stanno spingendo il Presidente della Bce, Mario Draghi, a valutare un Piano B. Piano che, secondo quanto scrive ‘Bloomberg’, non escluderebbe nuove misure straordinarie di politica monetaria se non dovessero arrivare segnali positivi nel secondo semestre dell’anno. Secondo gli esperti i banchieri centrali dovrebbero, davanti alla…