La Ue studia gli eurobond

La Commissione Ue ha istituito il gruppo di esperti per valutare contenuti, rischi, requisiti legali e conseguenze finanziarie delle iniziative per l’emissione comune di debito nella forma del ‘fondo di redenzione’ e degli ‘eurobill’. Lo ha annunciato il presidente Jose’ Barroso intervenendo stamattina all’Europarlamento riunito a Strasburgo. Il gruppo sara’ guidato a Gertrude Tumpel-Gugerell, ex…

Grecia si nuovo stretta nella morsa finanziaria

La Grecia ha tre giorni di tempo per rassicurare i creditori internazionali sulla sua capacità di rispettare le condizioni previste dal piano di salvataggio internazionale e ricevere la prossima tranche di aiuti. Lo riferiscono quattro funzionari della zona euro. Atene e i creditori internazionali hanno ripreso ieri i negoziati per lo sblocco del pagamento di…

Disoccupazione ancora in aumento. Nuovo record

A maggio il numero di disoccupati, pari a 3 milioni 140 mila, aumenta dell’1,8% rispetto ad aprile (+56 mila) e del 18,1% su base annua (+480 mila). Lo comunica l’Istat spiegando che l’aumento interessa sia la componente maschile sia quella femminile. Ed è nuovo massimo per la disoccupazione dopo il 12% toccato in aprile. A…

Sale la produzione industriale a giugno

Cresce a giugno la produzione industriale dello 0,1% rispetto a maggio. Lo stima il Centro Studi di Confindustria sottolineando che a maggio è stato stimato un aumento dello 0,5% su aprile. La produzione, calcolata al netto del diverso numero di giornate lavorative, è diminuita a giugno dell’1,7% tendenziale; a maggio si era avuto un calo…

Cdp per l’ennesima volta chiamata a salvare i gioielli italiani. Zanonato vuole far ricomprare allo Stato Alitalia e Telecom!

«Per non disperdere il patrimonio delle grandi imprese italiane, come ad esempio Alitalia e Telecom, mi chiedo se l’ipotesi di un intervento della Cassa depositi e prestiti non possa essere valutata». A porsi il quesito è il ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato che in un’intervista al Corriere della Sera spiega che lo Stato «può…

Sorpresa, nelle pmi italiane più fiducia

In Italia l’indice Pmi manifatturiero ha registrato a giugno un inatteso miglioramento salendo a 49,1 punti, in base alla lettura finale. Il rialzo è superiore alle attese di un aumento a 47,8. Per l’intera Eurozona, l’indice è salito a 48,8 punti contro i 48,3 di maggio. L’indicatore, rilevato da Markit Economics, resta sotto quota 50…