Home Organismi Casa, italiani più ottimisti: sale la propensione all’acquisto

Casa, italiani più ottimisti: sale la propensione all’acquisto

Condividi

Gli italiani sono più ottimisti, almeno per quanto riguarda il mercato immobiliare. La propensione all’acquisto di case torna a salire oltre la soglia psicologica del 50%, arrivando al 55%, ben sei punti percentuali in più rispetto ad un anno fa, rileva la consueta analisi di Immobiliare.it sull’indice di fiducia dei consumatori, uno strumento che monitora trimestralmente il variare della percezione degli Italiani circa l’andamento del settore; quello che è il «sentiment» del mercato viene raccontato partendo dall’analisi delle risposte di un campione di circa 12.000 utenti che si sono rivelati interessati al tema della casa. Cresce di tre punti rispetto all’anno precedente (72%) la percentuale degli italiani che ritengono che non sia un buon momento per vendere. Quelli convinti che ci siano, oggi, anche buone opportunità per vendere sono il 12% del totale, mentre il 10,5% degli intervistati preferirebbe attendere un altro anno per vendere. Gli attendisti dal punto di vista dell’acquisto, invece, aumentano di ben 7 punti percentuali: per il 25,2% sarebbe meglio rimandare l’investimento sul mattone di almeno dodici mesi, per assicurarsi che lo scenario sia più stabile. Per quel che riguarda la percezione dell’andamento dei prezzi degli immobili gli Italiani appaiono decisi: oltre il 60% del campione intervistato è convinto che questi caleranno ancora (era solo il 39,3% dodici mesi fa).