Home Organismi Privatizzazioni in Grecia, Gazprom si tira indietro

Privatizzazioni in Grecia, Gazprom si tira indietro

Condividi

La Gazprom, la compagnia russa dell’energia, ha deciso ieri all’ultimo momento e inaspettatamente di ritirarsi dalla gara per l’acquisto della Depa, la compagnia greca per il gas, una decisione definita oggi da gran parte dei giornali greci come un «gioco perfido» dell’Unione europea e degli Stati Uniti alle spalle della Grecia. Si tratta, scrive il quotidiano economico di Atene Imerissia, di un «siluro» della Commissione europea alla vendita della Depa. L’Unione europea, scrive il giornale, ha avvertito la compagnia russa che avrebbe bloccato l’accordo con il governo greco. «Fonti importanti nella capitale russa – ha detto ai giornalisti il sottosegretario all’Ambiente Makis Papageorgiou – ci avevano informato che durante i contatti con Bruxelles si era capito che l’Unione europea avrebbe posto condizioni ancora più restrittive per l’acquisto della Depa».