Home Organismi Nodo Imu e Cig. Il Governo cerca la copertura finanziaria

Nodo Imu e Cig. Il Governo cerca la copertura finanziaria

Condividi
Non solo prime case. Ma anche gli immobili strumentali delle imprese e ai fabbricati agricoli. Il rinvio della prima rata dell’Imu di giugno potrebbe non limitarsi alle sole abitazioni principali. E l’ipotesi dello slittamento del pagamento, in attesa di una rivisitazione profonda della tassazione immobiliare, potrebbe essere estesa anche ad altri beni immobiliari. Anche perché al momento non costa nulla. A pesare, invece, è il rifinanziamento della Cig: si andrebbe verso lo stanziamento di 1 miliardo, come tranche d’anticipo, per poi verificare in futuro il «tiraggio» delle risorse e l’eventuale necessità di rimpinguare i fondi. Il nodo, semmai, è che anche per reperire questo primo miliardo non sarà sufficiente la riallocazione di risorse interne al ministero del Welfare. Si stanno così cercando le coperture, ovviamente tagli di spesa. Come sempre, quando si parla di finanza pubblica, le scelte più che tecniche sono politiche.