Home Organismi L’accordo Ue sulle banche deprime le borse europee

L’accordo Ue sulle banche deprime le borse europee

Condividi

Piazza Affari volatile in questa prima ora di seduta, dopo l’accordo sulle nuove regole per gestire la ristrutturazione o il fallimento ordinato delle banche raggiunto nella notte dai ministri delle Finanze dell’Unione Europea. Il Ftse Mib registra un progresso dello 0,09% a 15.377 punti, debole anche Francoforte +0,06% e la piazza di Amsterdam +0,04%. In una giornata densa di dati macroeconomici, «sono attese ulteriori schiarite sia dalla Germania, dove il dato sulla disoccupazione dovrebbe mostrare un miglioramento, che dagli Stati Uniti, dove è in programma uno speech del membro della Fed Dudley, nota ‘colombà all’interno del Fomc», spiegano gli esperti di Cmc Markets. «Nonostante il quadro in apparente miglioramento tuttavia le aste italiane di oggi di titoli decennali difficilmente riusciranno a spuntare rendimenti inferiori rispetto a quelli dell’ultimo appuntamento», secondo gli stessi analisti. Debole il listino parigino con il Cac 40 che cede lo 0,08%, flessioni più sostenute per Madrid -0,79% e Lisbona -0,44%. A Zurigo l’indice principale guadagna invece lo 0,45%, stesso rialzo percentuale per londra a 6.193 punti.