Home Organismi Italia sempre appesa all’export

Italia sempre appesa all’export

Condividi

Nel 2012 sono aumentate le vendite all’estero e gli operatori commerciali coinvolti. Lo comunica l’Istat che segnala come gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all’estero sono stati lo scorso anno 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei micro-esportatori (con vendite all’estero inferiori a 75 mila euro), si rilevano 79.155 operatori, in aumento dello 0,5% rispetto al 2011. Nel 2012 le vendite all’estero realizzate da operatori identificati sono aumentate del 3,4% rispetto al 2011. La crescita più elevata (+7,0%) si osserva per gli operatori con almeno 50 milioni di fatturato all’export. Questi operatori, pari a 1.098 unità, realizzano vendite per circa 200 miliardi di euro e sono in aumento del 5,4% rispetto al 2011. Per gli operatori delle altre classi di fatturato all’export si registra un incremento diffuso delle vendite rispetto al 2011. Fa eccezione la classe con 15-50 milioni, che risulta essere in contenuta flessione (-1,2%). Le regioni con il maggior numero di operatori all’export sono Lombardia (circa 62 mila), Veneto (circa 30 mila), Emilia Romagna (circa 24 mila), Toscana (quasi 21 mila) e Piemonte (circa 19 mila).