Home Comunicati stampa Istat. Longobardi, disoccupazione si combatte con meno fisco e più credito

Istat. Longobardi, disoccupazione si combatte con meno fisco e più credito

Condividi
Paolo Longobardi

paolo-longobardi298237409“I dati dell’Istat relativi alla disoccupazione sono allarmanti: il lieve miglioramento registrato a dicembre non modifica il quadro negativo né cambia le prospettive future perché non c’è stata una inversione di tendenza. Per consentire al mercato del lavoro di cambiare passo, il governo di Enrico Letta si deve far carico di varare misure urgenti: una cura shock capace di tagliare il fisco e di assicurare più credito alle aziende. Solo così si combatte la disoccupazione”. Così il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi, commenta i dati Istat secondo cui la disoccupazione a dicembre ha fatto registrare un lieve calo attestandosi al 12,7%, mentre quella giovanile è arrivata a quota 41,6%.
“Proprio per l’eccessivo peso delle tasse, molte aziende stanno scegliendo di traslocare all’estero. Una scelta fatta non solo da grandi gruppi, ma anche da realtà imprenditoriali medie e piccole che cercano convenienza tributaria lontano dai nostri confini come ultima spiaggia per evitare di chiudere” aggiunge Longobardi. “Gli imprenditori – sostiene il presidente di Unimpresa -sono travolti da un mix micidiale fatto di troppe tasse e scarsi finanziamenti bancari: ecco perché si deve agire proprio su questi due fronti per sperare di rilanciare l’economia italiana”.

Ufficio Stampa Unimpresa
a cura dell’Ago Press
Contatti Luigi D’Alise
Tel. 0818074254
Mob. 3351851384
Mail unimpresa@agopress.it
Web www.unimpresa.it