Home Organismi Grecia, Unione bancaria e flessibilità di bilancio all’Eurogruppo

Grecia, Unione bancaria e flessibilità di bilancio all’Eurogruppo

Condividi

Ultimo Eurogruppo ed ultimo Ecofin prima della chiusura estiva: lunedi’ e martedi’ i ministri dell’economia chiuderanno, almeno temporaneamente, tutti i dossier sul tavolo, che riprenderanno alla riunione informale di Vilnius il 13 e 14 settembre. Il menu’ dell’Eurogruppo vede di nuovo la Grecia protagonista con la troika Ue-Fmi-Bce che ha raggiunto un accordo sulle misure che la Grecia dovrà attuare per assicurare il rispetto degli obiettivi fissati nel programma di risanamento. L’Ecofin invece avra’ un’agenda magra: la tabella di marcia dell’unione bancaria accumula nuovo ritardo, non sara’ quindi sull’agenda dell’Ecofin di domani’ e ogni progresso slitta all’informale Ecofin di settembre. Questo perche’ la proposta sul ‘Meccanismo unico di fallimento ordinato’ delle banche, seconda tappa dell’unione bancaria, sara’ presentata dal commissario al mercato unico Michel Barnier solo mercoledi’ prossimo al collegio dei commissari, e quindi potra’ andare in discussione dai ministri solo a settembre. Infine, ci si attende una discussione sulla comunicazione della Commissione Ue che concede maggiore flessibilita’ di bilancio a favore degli investimenti produttivi co-finanziati dalla Ue. Sulle norme ci sara’ uno scambio di vedute tra ministri ma nessuna decisione perche’ la nuova interpretazione del Patto di Stabilita’ e’ gia’ operativa.