Home Organismi Corte Conti: in 5 anni bruciati 230 miliardi di Pil

Corte Conti: in 5 anni bruciati 230 miliardi di Pil

Condividi

“Il Consuntivo di legislatura ha mancato il conseguimento del programmato pareggio di bilancio, con un indebitamento netto risultato alla fine di quasi 50 miliardi piu’ elevato dell’obiettivo originario”. Lo ha detto il presidente della Corte dei Conti, Luigi Giampaolino,  durante la presentazione del Rapporto 2013 sul coordinamento della finanza pubblica.”In Italia, nel periodo 2009-2013, la mancata crescita nominale del Pil ha superato i 230 miliardi”. Lo ha dichiarato il presidente della Corte dei Conti, Luigi Giampaolino, durante la presentazione del Rapporto 2013 sul coordinamento della finanza pubblica. Per la Corte dei Conti si tratta di “un dato sintetico che fornisce un’immediata percezione delle difficolta’ di gestione del bilancio pubblico mentre l’economia non cresce piu'”.