Home Organismi Borse europee positive

Borse europee positive

Condividi

Le borse europee scambiano in rialzo al giro di boa nell’ultima seduta della settimana, ma ripiegano dai livelli toccati a metà mattina. Piazza Affari, in particolare, è premiata dalle buone trimestrali e beneficia del buon successo dell’asta dei Bot a 12 mesi. Il Tesoro italiano ha emesso 10 miliardi di euro di titoli, di cui 7 sul 12 mesi e 3 su quello flessibile. Il rendimento, allo 0,703%, ha toccato i minimi dall’introduzione dell’euro, con il rapporto di copertura che è sceso a 1,16. Lo spread Btp-Bund è sceso sotto quota 260 punti. A metà seduta Londra segna un rialzo dello 0,33%, Francoforte dello 0,34% e Parigi dello 0,41%. A Milano il Ftse Mib sale del’1,02% a 17.265 punti. Sul Ftse Mib spicca il balzo di Mediobanca, in progresso del 5,18% a 5,09 euro dopo i conti di ieri e alcuni report positivi. Misti gli altri bancari. In territorio positivo scambiano Unicredit (+1,33%), Ubi Banca (+1,13%), Intesa Sanpaolo (+1,02%) e Banco Popolare (+0,93%). Bpm (-0,66%) paga ancora il probabile stop al progetto di trasformazione in Spa e Mps (-1,09%) è penalizzata dal taglio del rating da parte di Moody’s. Generali si sgonfia dai massimi di seduta, pur segnando un rialzo dello 0,62%. I conti trimestrali hanno segnato per la compagnia assicurativa un utile netto di 603 milioni di euro (+6,3%) e un risultato operativo di 1,3 miliardi (+8%), oltre il consensus degli analisti. Mediolanum cede lo 0,37%. Acquisti nel settore industriali, con Prysmian (+3,30%), Fiat (+1,64%) e Fiat Industrial (+0,98%). Eni, fra gli energetici, sale dello 0,38% ed Enel dello 0,95%.